lunedì 11 novembre 2019

1920, UN ANNO DI NASCITA DAVVERO MOLTO PARTICOLARE



Ci sono dei ragazzini adolescenti che, nel 1932, tutti nati nel 1920 e solo uno nel 1922, gravitano nel prestigioso liceo classico di Pistoia, il Forteguerri. Davvero interessante come molti di questi si ritroveranno addirittura in classe assieme, alcuni per tutto il percorso scolastico, altri magari solo per un anno. Il più giovane tra loro, nato nel 1922, si chiama Mauro Bolognini e diventerà poi un affermatissimo regista ma vediamo un po’ chi sono gli alunni nati nel 1920. Troviamo, com’è arcinoto, Silvano Fedi, lo sfortunato Comandante che morirà poi in un’imboscata, ma troviamo anche, nato a sola una settimana di distanza dal nostro Pippo, un ragazzino che, nato a Caltanisetta, all’età di 10 anni si trasferisce a Pistoia dove, appunto, frequenterà il Forteguerri: Antonino Caponnetto, che diventerà poi un prestigioso e affermato giudice antimafia. Vi sono poi alcune presenze prestigiose locali, come l’Ing. Natale Rauty, ma anche l’estemporanea, quanto interessante figura di un ragazzino che, nato a Firenze, si trasferisce a Pistoia per poi tornare nella sua città nel 1936. Ebbene, come Pippo, anche quest’ultimo diventerà Comandante partigiano, ma nel Nord Italia, della 52° Brigata garibaldina “L. Clerici”, e si troverà al centro di eventi molto particolari, come l’arresto, a Dongo, di Benito Mussolini. Si tratta del Conte Pier Luigi Bellini delle Stelle, nome di battaglia “Pedro”, autore del libro "Dongo ultima azione" edito da Mondadori nel 1962 (poi ripubblicato nel 1975 col titolo "Dongo: la fine di Mussolini") e scritto sulla base degli appunti presi durante i giorni della Resistenza.



Nessun commento:

Posta un commento